POZZUOLI– «Dare un’opportunità, rendere protagonisti un gruppo di  spensierati ragazzini che vivono il calcio come il sogno della loro vita». In un mondo che purtroppo va incattivendosi, suonano dolci e confortanti le parole pronunciate da Luca Leone, educatore, prima ancora che mister, dell’ASD “Agostino Gamba”, la scuola calcio che porta il nome dell’ ex calciatore della Puteolana degli anni ’20 ma anche arbitro internazionale e in seguito dirigente UEFA e FIGC. Fondata nel lontano 1989 dal presidente Luigi Calabrese, nel corso degli anni è diventata ormai una sorte di istituzione per i tanti ragazzi, non solo aspiranti calciatori, del quartiere di Monterusciello “due”.

LA STORIA– Come persona, oltre che come allenatore, Luca è molto apprezzato dallo staff e amato dai suoi ragazzi ma improvvisamente la routine viene sconvolta dopo la diagnosi di un melanoma. Nel giro di poco crollano le certezze, tutto si azzera e mister Leone diventa il protagonista di quella che si può definire una storia nella storia, cose che vanno ben al di là del calcio. Sono giorni difficili ma Luca ha la forza di reagire e pensare positivo, merito del suo gruppo, di “piccoli uomini” come li definisce, che si compatta al suo fianco. Fortunatamente poi tutto va per il verso giusto: «Angosciato dal fatto di lasciare i ragazzi, ho ricevuto tante manifestazioni d’affetto che mi hanno aiutato ad affrontare la malattia– spiega Luca – Durante la mia assenza la squadra si è comportata in maniera esemplare in campo e fuori. Questa cosa mi segnerà a vita, la cosa più bella è stata vedere in un gruppo di ragazzini di 13 anni con una sensibilità fuori dal comune. Lavoriamo tutti con l’obiettivo di formare i calciatori del domani ma l’aspetto umano viene prima di tutto e cose del genere valgono più di una vittoria del campionato – emozionato, il mister ringrazia tutti per il supporto ricevuto-  Ringrazio inoltre i miei collaboratori Gennaro Genovese e Michele Di Colandrea, il direttore Antonio Di Francia e tutta la famiglia Calabrese per essermi stati vicini in un momento così delicato».

OGGI– Alle soglie del trentesimo anno di attività di scuola calcio, la “Agostino Gamba”, nonostante la forte concorrenza, rimane molto attiva e, anzi, punta a consolidarsi e svilupparsi sul territorio; in tal senso la decisione di legarsi ad un altro brand, quello del Rione Terra Calcio, per quanto riguarda il gruppo Juniores, che, guidato dall’esperto Ivan Gervasio, si sta facendo valere nel campionato di categoria. Attualmente la scuola calcio conta circa 80 ragazzi, tutti nati dal 2000 al 2011.