POZZUOLI – Da questa mattina è in corso un sit-in di protesta da parte dei commercianti del mercato ittico e ortofrutticolo di Pozzuoli, sequestrato venerdì scorso dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli. Una cinquantina di persone, accompagnate dai rappresentanti delle associazioni di categoria e da alcuni consiglieri comunali di opposizione neo eletti, stanno presidiando l’ingresso della casa comunale al Rione Toiano bloccando l’entrata e l’uscita delle auto.

INCONTRO COL SINDACO – I manifestanti chiedono chiarezza e garanzie per l’immediato futuro e da subito una nuova area dove poter proseguire le proprie attività commerciali. Sono oltre 50 gli operatori che occupano gli spazi del mercato al dettaglio di via Fasano, chiuso dal pomeriggio di venerdì scorso. Per le 16.30 di oggi intanto è previsto un incontro con il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia dal quale i mercatali attendono soluzioni a partire già dai prossimi giorni.

CONTROLLI – Nel frattempo sono in corso i rilievi disposti da parte dei tecnici incaricati dalla Procura di Napoli che dovranno appurare la reale consistenza della struttura realizzata nel 2013 e ora finita al centro dell’inchiesta dell’Antimafia di Napoli. Materiali utilizzati, varianti in corso d’opera e costi lievitati durante i lavori tra i punti finiti sotto la lente d’ingrandimento del pool di Pm della DDA.