POZZUOLI – “Le Associazioni sindacali di categoria ConImprenditori e Confesercenti esprimono la loro piena solidarietà e vicinanza alle imprese e ai lavoratori, del mercato ittico e ortofrutticolo al dettaglio di Pozzuoli, posto sotto sequestro dalla magistratura. -scrivono Daniele Lattero di ConImprenditori e Raffaele Buono di Confesercenti – L’ordinanza della Procura, che ha decretato l’immediato fermo dell’attività commerciale e il sequestro della struttura, ha prodotto per gli 88 incolpevoli operatori del mercato di via Fasano, l’immediata cancellazione della loro unica fonte di reddito. Ed è questo il problema prioritario e sociale su cui bisogna intervenire urgentemente. In attesa che la Magistratura faccia chiarezza sulla qualità dei lavori eseguiti dal Comune puteolano e sulla congruità delle spese dichiarate, in attesa che siano accertate potenziali responsabilità e punito chi ha sbagliato, è prioritario trovare un’immediata soluzione logistica, che, nel più breve tempo possibile, permetta agli operatori di riprendere l’attività commerciale. Le imprese, gli operatori, le loro famiglie, parti lese in questa incresciosa storia, non possono affrontare ulteriori disagi e problemi, nati per colpe certamente non a loro imputabili. Alla luce pertanto dell’interruzione lavorativa creatasi, dei mancati guadagni e dei disagi legati ad una nuova improvvisata logistica, le Associazioni sindacali di categoria ConImprenditori e Confesercenti, auspicano che l’Amministrazione comunale, adotti idonei provvedimenti amministrativi che prevedano benefit e bonus fiscali che ristorino gli operatori dei danni subiti.”