POZZUOLI – Si è concluso dal luogo in cui era iniziato – a via Fasano – il corteo dei commercianti che da giorni devono fare i conti con la chiusura dell’area mercatale. Uno stop dovuto alle indagini della Direzione distrettuale antimafia di Napoli per presunte irregolarità nella realizzazione dei lavori di restyling.

STRISCIONE E SLOGAN – Hanno raggiunto piazza Capomazza dopo essere partiti dal “loro” mercato per poi tornare nella zona bassa della città. Una cinquantina i manifestanti che, scortati dalla polizia, hanno urlato slogan per far sì che la situazione esca dall’impasse: “Vergogna”, “lavoro”, “ladri”. Questi quelli più volte ripetuti, dietro ad uno striscione che recitava: “Paga solo chi non sbaglia”. Il corteo, che ha pesato non poco sulla viabilità, ad un certo punto si è anche “spezzato”, con un piccolo gruppo che ha continuato a bloccare via Fasano. La soluzione alla quale si sta lavorando è quella del loro trasferimento temporaneo nell’area ex Sofer, la stessa occupata proprio in occasione della realizzazione dei lavori di ristrutturazione del mercato alimentare al dettaglio. Prima della partenza del corteo, si è intrattenuto con i commercianti il sindaco Vincenzo Figliolia.