A destra Francesco Borrelli insieme al capogruppo dei verdi Paolo Tozzi

POZZUOLI – La chiusura delle scuole per l’allerta meteo “arancione” ha fatto storcere il naso al consigliere regionale dei Verdi Francesco Borrelli, il quale chiama alla responsabilità i sindaci sulla manutenzione ordinaria, a cominciare dalla pulizia costante delle caditoie. Nel mirino di Borrelli sono finiti anche il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia e i sindaci di Quarto e Monte di Procida, Antonio Sabino e Peppe Pugliese. “Assolti” solo i sindaci di Pompei e Praiano che nelle scorse settimane avevano dato notizia degli interventi messi in atto per la stagione invernale.

L’ACCUSA – «Al di là delle condizioni di rischio dovute a particolari situazioni, dove è necessario quell’intervento di messa in sicurezza che solo risorse nazionali possono fare e che invochiamo da anni, invece di chiudere le scuole per un’allerta arancione, molti Sindaci dovrebbero avere maggior attenzione sulla manutenzione ordinaria, a cominciare dalla pulizia costante delle caditoie». Scrive il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, ricordando in una nota stampa divulgata in serata che “qualche settimana fa aveva sollecitato i Sindaci a dare notizia degli interventi alle caditoie fatti in vista dell’approssimarsi delle piogge autunnali, non ricevendo risposte, eccezion fatta per Pompei e Praiano”.