Il parcheggio mai aperto a "Piazza a Mare"

POZZUOLI – Da infrastrutture utili alla città, a “monumenti” al degrado e alle mortificazioni. Questo il passaggio di molte opere costruite negli ultimi 30 anni sul territorio puteolano. Gli esempi ne sono tanti, dal “Centro Commerciale” di Monterusciello ai campi di tennis fino ad arrivare a “Piazza a Mare”. La piazza che si affaccia sul porto di Pozzuoli doveva essere uno dei fiori all’occhiello della Pozzuoli del nuovo millenio. Primo grande lavoro pubblico inaugurato negli anni 2000, non solo doveva essere luogo d’incontro e spazio pubblico per eccellenza del centro storico, ma sotto di essa doveva nascere un parcheggio che avrebbe risolto non pochi problemi di viabilità. Il parcheggio però non è mai stato aperto. Infatti, per una errata progettazione il solaio è troppo basso e non permetterebbe quindi la giusta ventilazione dei gas di scarico. Non solo, in oltre dieci anni non si è mai pensato ad una conversione dello spazio, oggi abbandonato a se stesso.

UN PUBBLICO ORINATOIO – Ma se il Comune non ha pensato a riconvertire la struttura la popolazione ha trovato un uso tutto suo e meno edificante, quello di “pubblico urinatoio”! Proprio la rampa di accesso al parcheggio è diventata, con il passare degli anni, il luogo dove in molti vanno a fare i loro bisogni, a tal punto che è difficile anche passarci vicino a causa della puzza di urina che si sente a decine di metri di distanze. Un tanfo nauseabondo e uno spettacolo osceno per uno dei luoghi maggiormente frequentato dai cittadini ma anche dai turisti di turni che, per affacciarsi alla balconata che da sul mare, sono costretti a sentire la terribile puzza di pipì!

ANGELO GRECO

LE FOTO
[cronacaflegrea_slideshow]