La stazione dei Carabinieri di Licola

POZZUOLI – Una vera e propria centrale di assicurazioni false è stata scoperta a Licola dai Carabinieri della locale stazione. Nei guai è finita la titolare dell’agenzia, una 38enne del luogo, denunciata per truffa e ricettazione. La donna è stata sorpresa dai militari mentre cedeva ad un cliente una polizza assicurativa falsa all’interno dell’edificio che sorge nella frazione di Licola. A dare l’input agli inquirenti la denuncia da parte di un’automobilista, a cui la 38enne aveva venduta una polizza falsa.

 

LE INDAGINI – Durante indagini avviate su denuncia di un cliente che ignaro aveva acquistato una polizza falsa, i militari dell’arma hanno sorpreso la donna mentre cedeva ad altro cliente una polizza assicurativa provvisoria che è risultata falsa. Nel corso della conseguente perquisizione sono state rinvenute e sottoposte a sequestro 6 polizze assicurative, false, emesse dall’agenzia e intestate ad altri ignari clienti e 29 polizze sulle quali sono ancora in corso accertamenti, una polizza, sempre falsa, emessa da altra agenzia e materiale vario tra i quali un timbro, un personal computer e una stampante usati per scrivere, timbrare e stampare le polizze. Dopo il blitz i locali dell’agenzia sono stati sequestrati.