POZZUOLI – Poteva scapparci il morto se il pezzo di balcone non fosse caduto di notte mentre tutti dormivano. Il racconto dei condomini delle case IACP di via Levi a Monterusciello è accompagnato dall’ennesimo sospiro di sollievo «Anche questa volta ci è andata bene, fortuna tamente le pietre non hanno colpito nessuno. Dobbiamo sempre sperare che non accada nulla».

IL CROLLO – Ma ieri da queste parti la paura è stata grande: un pezzo di balcone al quinto piano è venuto giù, i massi sono finiti nei piani sottostanti e nel cortile «Abbiamo sentito un botto e il primo pensiero è andato ai ladri nel balcone, invece erano le pietre che si erano staccate» racconta Antonio. Intanto sulla facciata del palazzo sono evidenti i segni dei diversi cedimenti che da qualche anno a questa parte stanno colpendo l’edificio di edilizia popolare che fa parte di un lotto di 174 alloggi.

LA DENUNCIA – Una situazione ritenuta di alto pericolo, forse la conseguenza della mancanza di manutenzione da parte dell’Istituto case popolari, in questo caso imputabile alla mancata spicconatura delle parti più pericolose «Queste case furono costruite circa 30 anni fa e in tutti questi anni non è mai stata fatta manutenzione, mai un intervento, nemmeno di messa in sicurezza. Siamo abbandonati a noi stessi con la speranza che al prossimo crollo non ci scappino morti o feriti».