centro_serapide_autistici

POZZUOLI – Nessun futuro per il servizio di assistenza riabilitativa agli autistici svolto all’interno del centro Serapide. A decretare lo stop il mancato rinnovo del contratto tra lo stesso centro e l’Asl Napoli 2 Nord. Inutili, fino ad oggi, i solleciti all’azienda sanitaria da parte della ditta di Pozzuoli affinché il servizio continuasse nel tempo.

ULTIMI DUE MESI, POI LO STOP – Dal prossimo 11 marzo «Si procederà alla sospensione delle attività sanitarie in regime semi-residenziale» si legge nell’ultimo documento inviato all’Asl il 9 gennaio. Una missiva dai toni forti, nella quale si aggiunge: «Ci si riserva di agire in separata sede a tutela di ogni proprio diritto, ivi compreso quello attinente il pagamento delle spettanze maturate e a maturarsi ed il risarcimento di tutti i danni, patrimoniali e non per responsabilità contrattuale». Dallo scorso 31 agosto, data di scadenza del contratto, il centro è andato avanti con mezzi propri,non ricevendo più alcun fondo dall’azienda sanitaria.

IL TRISTE EPILOGO – In totale sono 28 gli operatori, per circa 60 pazienti. Questi ultimi – assistiti da educatori, psicologi, psicoterapeuti e logopedisti – imparano gesti del quotidiano come lavarsi, fare la spesa, truccarsi,vestirsi. Ma apprendono anche le mansioni base di alcuni lavori, come quello del pizzaiolo o dell’estetista. Dunque, addio all’assistenza per gli autistici, esperienza iniziata nel 2014 e che ora si avvia ad una triste conclusione.