La presentazione del progetto questa mattina a Palazzo Toledo

POZZUOLI“Oltre la Terra il Mito” è il nome di un progetto di formazione congiunto Regione Campania – Comune di Pozzuoli dedicato agli alunni delle scuole medie inferiori e superiori. L’idea è quella di dare alle nuove generazioni gli strumenti tecnici e culturali per sfruttare al meglio le bellezze archeologiche e culturali del territorio flegreo per aprire nuove strade nel mondo del lavoro. Il progetto prevede la realizzazione di corsi di formazione da parte della Regione Campania indirizzati ai giovani studenti delle scuole puteolane: l’obiettivo è quello di dotarli di strumenti e conoscenze utili per la valorizzazione dei beni culturali e archeologici presenti sul territorio flegreo. Il tutto finalizzato all’ingresso nel mondo del lavoro. I costi dei corsi da attuare negli istituti sono totalmente a carico della Regione Campania.

LA PRESENTAZIONE – Il progetto è stato presentato nella mattinata di martedì nella sala conferenze di Palazzo Toledo durante una conferenza alla quale erano presenti i dirigenti degli istituti scolastici medi e superiori di Pozzuoli, il direttore  del Centro di formazione professionale “Giordano Bruno”  di Pozzuoli dottor Aniello Basile; il dottor  Massimo D’Antonio, in rappresentanza della Regione Campania, che ha fatto le veci dell’assessore al Lavoro ed alla Formazione Severino Nappi; l’assessore alla Cultura del comune di Pozzuoli Franco Fumo; ed il suo omologo Alfonso Trincone, che detiene la delega alla pubblica istruzione.

IL PROGETTO – Ad entrare nel merito dell’iniziativa è stato il rappresentante dell’ente promotore, dottor Massimo D’Antonio: «Il progetto è rivolto agli alunni delle scuole medie inferiori e superiori finalizzato che dovrebbe prevedere un lavoro biennale. Nel primo anno bisogna lavorare sull’aspetto culturale, far conoscere bene il territorio, le sue ricchezze e le sue potenzialità, nella seconda parte, per lo più dedicata alle scuole superiori, pensiamo ad una formazione più tecnica, portando in aula addetti di marketing del territorio».

TUTTO PRONTO – Il progetto, operativo da subito, potrà partire nelle singole scuole appena i dirigenti ne faranno richiesta alla regione Campania comunicando la propria disponibilità. «La novità non è nel presentare il patrimonio che Pozzuoli e tutti i Campi Flegrei hanno – ha concluso l’assessore alla cultura del comune di Pozzuoli Franco Fumo– ma bensì come vi si approccia. Il patrimonio culturale ed archeologico deve essere visto come un volano per lo sviluppo economico della città».

ANGELO GRECO