POZZUOLI – È ormai noto a tutti che quello della musica è un linguaggio universale, capace di veicolare emozioni e sensazioni al di là di ogni confine e limite anagrafico. Non a caso si parla di musicoterapia per bambini e adolescenti come strumento educativo e di “ben-essere psico-fisico”, che favorisce i processi di comunicazione, di apprendimento e di motricità.  A tal proposito, sempre sensibile alla qualità dell’inclusione, venerdì 12 gennaio l’IC 8 Oriani-Diaz di Pozzuoli  (sede di via Saba) ha ospitato un convegno dal titolo “La comunicazione efficace” promosso dall’Associazione Sinfonia Flegrea di Pozzuoli.. Grande affluenza di pubblico costituito da genitori, esperti del settore, psicologi e psicoterapeuti ; presenza massiccia da parte dei docenti intervenuti anche da altri istituti del comprensorio flegreo.

AZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA – La serata è stata aperta dalla dirigente, prof.ssa Alessandra Guida, che visibilmente compiaciuta per il feedback positivo che l’evento aveva generato, ha evidenziato l’importanza dell’inclusione nell’ambito dell’azione didattico-educativa, considerando la diversità come una ricchezza, un valore aggiunto che innalza la qualità dell’apprendimento di “tutti” gli alunni e non solo di quelli più svantaggiati promuovendone il successo formativo. La Dirigente, inoltre, aggiunge che l’IC 8 Oriani di concerto con Sinfonia Flegrea  ha deciso di attivare  percorsi di musicoterapia per alunni, ma intende anche porsi  quale  polo di formazione della comunicazione efficace attraverso la musicoterapia per tutti i docenti del territorio flegreo.  Entusiasta dell’iniziativa si è dichiarata l’assessore all’istruzione del comune di Pozzuoli, dott.ssa Anna Attore, che ha affermato “Torno ben volentieri in questa scuola, così viva e attiva sul territorio, a sostegno di un’iniziativa tanto importante”.

L’EVENTO – Moderatrice dell’evento è stata la prof.ssa Angela Luongo, presidente dell’Associazione Sinfonia Flegrea, che ha introdotto il tema centrale del convegno per poi cedere la parola alla dott.ssa Miriam Aleo e al prof. Renato De Michele che hanno sottolineato come la musica faccia parte del bagaglio genetico di ciascun essere vivente sin dal grembo materno e, in quanto tale, mezzo di comunicazione per eccellenza. Grande entusiasmo ha suscitato sulla platea, che ne è rimasta letteralmente rapita, l’intervento del prof. Fausto Russo, psichiatra e presidente della scuola triennale di musicoterapia “C. Gesualdo” di Avellino. Lo specialista, infatti,  avvicinandosi ai presenti ha stabilito immediatamente un rapporto empatico e di grande coinvolgimento con tutta la sala e con parole semplici, ma incisive, ha spiegato non solo l’importanza della comunicazione nelle relazioni umane, ma soprattutto le strategie più semplici da mettere in atto nell’ affannosa ricerca della felicità. La serata è stata allietata da intermezzi musicali che hanno spaziato dal blues, al pop italiano ,al rock a cura del duo Amaranta, costituito da musicisti dell’Associazione. L’evento si è concluso tra gli applausi e nella soddisfazione generale. Sono intervenuti: Prof.ssa Angela Luongo, musicista, musicologa, pedagogista e Presidente dell’Ass. Sinfonia Flegrea; Prof. Fausto Russo, psichiatra e Presidente della Scuola Triennale di Musicoterapia “C. Gesualdo” di Avellino; Prof. Renato De Michele, musicoterapista, supervisore MT e Direttore della Scuola Triennale di Musicoterapia “C. Gesualdo”; Dott.ssa Miriam Aleo, musicista, musicoterapista e didatta della musica.