POZZUOLI – Riceviamo e pubblichiamo dal Movimento 5 Stelle di Pozzuoli.

LA PROPOSTA – L’obiettivo della proposta del M5S Pozzuoli è dotare la Città di rastrelliere porta biciclette coinvolgendo le attività imprenditoriali locali, a cui viene offerta la possibilità di farsi pubblicità gratuita, per un certo numero di anni, a fronte dell’acquisto delle attrezzature. Un’iniziativa a costo zero per l’Amministrazione. Il Comune individua le aeree in cui effettuare le installazioni ed il tipo di rastrelliere fisse esteticamente più adatte all’arredo urbano del luogo e con dimensioni adeguate alla domanda prevista.

LE MODALITA’ – I commercianti, titolari di pubblici esercizi o professionisti che vogliano promuovere la propria immagine o la propria attività potranno acquistare direttamente una o più rastrelliere portabici, su cui potranno installare dei pannelli pubblicitari per un numero di anni da definire. Le attrezzature diventeranno immediatamente proprietà del Comune, che in cambio offrirà la pubblicità gratuita. Alla scadenza del contratto vi potrà essere un rinnovo grazie al quale potranno essere acquistate nuove rastrelliere. Si potrebbe cominciare in via sperimentale in tutti quei luoghi di maggiore potenziale richiesta, centro storico, siti archeologici, stazioni ferroviarie.

LA MOBILITA’ – Per il Capogruppo del M5S Antonio Caso: «Sulla mobilità sostenibile, finora, l’Amministrazione Figliolia ha fatto solo chiacchiere e promesse. Nello scorso Aprile, abbiamo presentato un emendamento al Documento Unico di Programmazione (DUP) 2017-2020, nel quale chiedevamo di programmare azioni concrete come ad esempio: l’adozione di un bici plan comunale, l’istituzione di una consulta per la mobilità sostenibile e la progettazione di percorsi ciclopedonali sul territorio cittadino. “Stranamente”, la maggioranza l’ha bocciato, eppure nelle linee programmatiche di mandato si favoleggiava di piste ciclabili, bike sharing, ecc. Chiacchiere!» Il Consigliere M5S, Domenico Critelli, aggiunge: «In sei anni di governo non è stata collocata nemmeno una rastrelliera porta bici in Città. Durante quest’anno di consiliatura, l’unico argomento in materia di mobilità di cui si è discusso è stato l’esternalizzalizzazione della gestione di strisce blu e parcheggi, scellerata volontà che abbiamo già denunciato a marzo scorso e su cui torneremo a dare battaglia. Abbiamo, perciò, deciso di lanciare la proposta-sfida “Adotta una rastrelliera – porta bici”, portandola all’attenzione della 1^ Commissione Consiliare. Ci auguriamo che si convochi subito l’Assessore per ragionarci su e riaprire la discussione sulla mobilità sostenibile. Qualora così non fosse, abbiamo già pronta una mozione per portare l’iniziativa direttamente all’attenzione del Consiglio Comunale».