20170201_115233POZZUOLI – La Posta non consegna le bollette ed un’anziana resta senza energia elettrica. E’ quanto accaduto a una pensionata che vive al Lotto 16 nel quartiere di Monterusciello, rimasta al freddo e al buio a causa dei ritardi nel recapito della corrispondenza. Un problema che va avanti da mesi e che sta interessando centinaia di famiglie. A raccontarci i fatti è Sergio Del Giudice, il genero dell’anziana che vive nelle case popolari di via Salvatore Di Giacomo.

IL RACCONTO – Sergio, insieme alla moglie, è intervenuto presso gli uffici dell’Enel riuscendo a mettere fine al disservizio: «A metà novembre mia suocera si è trovata con la fornitura elettrica limitata e quando abbiamo chiamato l’Enel abbiamo scoperto di avere delle bollette non pagate, fattura che la posta non ha mai consegnato a mia suocera. –racconta il genero della donna – E’ impensabile che una donna di 80 anni debba porsi il problema di chiamare lei l’Enel, solo perché la posta non fa il proprio lavoro. Come può ricordarsi lei che non arrivano le bollette? e se non avesse avuto noi? avrebbe passato l’inverno senza poter accendere la stufa? Ciò che è successo è assurdo anche perchè non c’è scusa che tenga sulla bolletta c’è il civico e la scala non c’è scusa che tenga e comunque lei vive li da 30 anni e la posta è sempre arrivata fino a qualche mese fa».

OLTRE IL DANNO LA BEFFA – Ma nonostante il ritardo, a causa del servizio di consegna postale, e il disservizio, l’anziana è stata costretta a pagare una fattura maggiorata a causa della mora che, come una beffa in questo caso, arriva per i ritardi nei pagamenti della fattura «C’è da dire che questa cosa costerà oltre 60 euro a mia suocera di more varie, – aggiunge Sergio – siamo riusciti ad ottenere una rateizzazione, la domanda è sempre la stessa: se non aveva voi chi l’aiutava, la situazione della posta ormai è insostenibile. Perchè mia suocere ora deve pagare questa mora? E soprattutto una pensionata perchè si deve trovare in questa situazione? Le conseguenze le paga solo lei». La storia della signora Rosa è comune a molte altre: infatti a Pozzuoli sono in molti a lamentarsi della mancata consegna della posta da diversi mesi, ma quando questo disservizio colpisce un’ottantenne tutto si complica maggiormente.