Emanuela De Mari

POZZUOLI – Dopo Gennaro De Simone e Benedetta Pezzini finisce in carcere anche Emanuela De Mari, 35 anni. Sale così a tre il numero dei componenti della banda di usurai capeggiata da Lady Usura, arrestati dopo la sentenza della Cassazione del 14 giugno scorso. Condannata a 6 anni e 8 mesi, deve scontare una pena residua di 5 anni, 1 mese e 20 giorni di reclusione. La donna, nipote di Vera De Mari, è stata arrestata questa mattina dai carabinieri della Compagnia di Pozzuoli, che hanno eseguito un ordine di carcerazione emesso dalla Procura Generale di Napoli per il reato di usura ed estorsione aggravato da finalità mafiose, e rinchiusa nel carcere femminile di Pozzuoli.

GLI ARRESTI – Degli otto componenti della banda di Lady Usura al momento quattro si trovano  in carcere: oltre a Emanuela, resta in carcere il padre Silvio De Mari (detenuto già prima della sentenza di Cassazione) e condannato a 9 anni e 8 mesi; Benedetta Pezzini, arrestata lo scorso 19 giugno che deve scontare 3 anni e 8 mesi; e Antonio De Simone, finito in cella 48 ore dopo la sentenza in virtù di una condanna a 6 anni e 8 mesi.