POZZUOLI – Nei prossimi giorni, anche i cittadini puteolani in condizioni di disagio economico potranno richiedere il bonus idrico statale. A comunicarlo, in una nota di Giovedì scorso, è l’Assessore alle Finanze e Fiscalità Locale, dottor Gian Luca Liguori, rimediando così al ritardo dell’Amministrazione  nell’implementazione della norma nazionale.

IL BONUS STATALE – La misura governativa, a valenza dal primo gennaio 2018, dà diritto alla fornitura gratuita di 50 litri d’acqua al giorno per persona (18,25 metri cubi all’anno).
Possono beneficiare dell’agevolazione gli utenti con ISEE fino a 8.107,5 euro  oppure, nel caso di famiglie con almeno quattro figli a carico, con ISEE non superiore a 20.000 euro.
Per gli utenti titolari di un contratto di fornitura autonoma lo sconto sarà applicato direttamente in bolletta. Nel caso di forniture condominiali, gli aventi diritto riceveranno il bonus in un’unica soluzione mediante accredito sul conto corrente bancario o con assegno circolare.
Abbiamo stimato che per un nucleo familiare residente, formato da 4 persone, il risparmio annuo sarà di circa 50 euro.
Da quanto si apprende dal comunicato, anche per il bonus idrico, il Comune di Pozzuoli, si avvarrà della collaborazione dei Caaf attraverso apposite convenzioni in corso di finalizzazione. A breve, dunque, sarà possibile presentare le domande per le agevolazioni che  comunque dovranno tener conto dei consumi effettuati a partire dal primo gennaio 2018.

BONUS INTEGRATIVO COMUNALE – Nella nota, l’Assessore Liguori, inoltre, conferma l’esistenza, già da alcuni anni, di un bonus idrico finanziato con il bilancio comunale, a cui però possono accedere solo gli utenti con ISEE fino a 6.000 euro. L’agevolazione, che va ad aggiungersi a quella statale, consiste nella fornitura gratuita di 36 metri cubi di acqua annui per famiglie fino a due componenti e di 80 mc annui per le famiglie con più di due componenti. Secondo i nostri calcoli, per un nucleo familiare di 4 persone il risparmio annuo dovrebbe essere di circa 55 euro. Dunque, mettendo insieme i due sconti, le bollette per le famiglie in disagio economico dovrebbero risultare leggerissime.
Attenzione, «la domanda per il bonus integrativo comunale va presentata al Comune di Pozzuoli – Direzione 2 Coordinamento Entrate – Servizio Riscossione Canoni Idrici compilando l’apposito modello (istanza agevolazione tariffaria per utenze deboli) scaricabile dal sito del Comune nella sezione fiscalità locale e riscossione canoni idrici oppure ritirandolo presso gli Uffici di Via Campana n. 250/F esclusivamente nei giorni di martedì e giovedì dalle ore 9:00 alle ore 13:15 e dalle ore 14:15 alle ore 17:00.
Il bonus aggiuntivo può essere richiesto in qualunque periodo dell’anno ed è riconosciuto, per la durata di 4 trimestri, a partire dalle fatture relative al trimestre successivo a quello in cui è stata presentata la domanda. Alla scadenza deve essere ripresentata una nuova domanda per il periodo successivo allegando il nuovo certificato Isee».