Ernesto Cuordifede

POZZUOLI –  “Cuordifede di nome e di fatto ovunque e dovunque sarai sempre nei nostri cuori” . C’era scritto su uno striscione esposto ieri in Curva A durante la partita Napoli-Bayer Leverkusen, dove un intero stadio ha voluto rendere omaggio a Ernesto Cuordifede, l’eroe puteolano morto 14 giorni fa per salvare due giovani che stavano annegando in mare. Da ogni angolo dello stadio si sono levati cori e applausi quando in curva sono stati esposti i tre striscioni in memoria del 35enne di Pozzuoli.

IL RICORDO –  Al grido di “Ernesto, Ernesto” il San Paolo ha ricordato quel grande uomo che tante volte dalle gradinate della curva A ha incitato la propria squadra del cuore. Un piccolo grande gesto da parte degli amici dei “600 alloggi” ieri presenti in massa che oltre a dare visibilità nazionale all’atto eroico, avrà fatto sicuramente piacere al grande tifoso Ernesto che anche ieri, col suo immancabile sorriso, ha protetto dall’alto i suoi cari amici e la sua squadra del cuore.

ANGELO GRECO