POZZUOLI – Il suo era un calcio di quartiere, fatto dai ragazzi e con le strette di mano. Una passione che lo ha accompagnato per una vita intera fino alla fine dei suoi giorni. Il nome di Gennaro Costantino a Pozzuoli rimarrà impresso nella memoria di tanti amanti di calcio. Ha ricoperto diversi ruoli nel mondo del calcio dilettantistico, su tutte la U.S. Puteolana, da tutti meglio conosciuto come “la Puteolana di Costantino”, squadra di quartiere che arrivò a disputare il campionato di Eccellenza. Costantino si è spento l’altro ieri a Pozzuoli.

IL RICORDO – «E’ stato un grande uomo, un grande sportivo. Ha dedicato la sua vita al calcio nella nostra città. Se ne va un maestro, un amico. Un esempio di vita» lo ha ricordato così il sindaco di Pozzuoli, Vincenzo Figliolia. Un coro unanime che lo indica come un grande uomo di sport a cui si associano i suoi tanti allievi che si sono succeduti dagli anni ’80 ad oggi «Una splendida persona, umile e disponibile con i giovani. Ci ha insegnato tanto» è il ricordo di Giulio Capuano, uno dei tanti ragazzi di Costantino. «Un grande conoscitore di calcio, un ottimo preparatore atletico, la squadra con lui in campo volava. Quell’anno vincemmo il campionato» racconta Antonio Lucignano che negli anni ’90 ha giocato nelle file della squadra juniores della U.S. Puteolana.