POZZUOLI – Il presidente della Puteolana 1902 Carmine Franco dice addio. E lo fa attraverso un messaggio pubblicato sulla pagina Facebook della squadra, ad una settimana esatta dalla finale play off persa contro l’Afragolese, ma soprattutto dopo la forte presa di posizione dei calciatori che hanno denunciato il mancato pagamento degli stipendi. Una decisione che getta ulteriori ombre sul futuro della società granata reduce da un ottimo campionato di Eccellenza.

L’ADDIO – «Ad una settimana dalla fine della attività agonistica, non della stagione che termina il 30 giugno, sono contento per il mio lavoro fatto senza l’aiuto di nessuno, sono felice di uscire da Pozzuoli senza aver rimasto debiti e di aver trovato una bozza di accordo con i rappresentanti dei calciatori per il residuo delle loro spettanze. La Puteolana 1902 è senza debiti, ringrazio tutti per la stagione vissuta, dispiace per lo scriteriato finale che non mi ha fatto godere l’avventura fino in fondo, sono venuto a conoscenza che i tifosi hanno organizzato una festa per elogiare i calciatori e lo staff prendendo le distanze dalla società. Siccome i tifosi non violenti hanno sempre ragione, prendo atto della situazione, ricordo che 12 mesi fa la Puteolana non esisteva e che da solo ho creato tutto partendo da metà agosto promettendo un campionato di vertice come non si vedeva da tanti anni e facendo vivere a tutti una esaltante stagione così come da impegni presi. Inutile parlare delle tante promesse andate al vento, non ci soffermiamo sugli errori commessi da tutti, i miei errori li ho pagati sulla mia pelle anche se molti sono imputabili alla fretta. La Puteolana 1902 rimarrà sempre nel mio cuore, grazie a tutti».