Il commissario prefettizio del comune di Pozzuoli Ugo Mastrolitto

POZZUOLI – Quando il Commissario Prefettizio Mastrolitto si insediò a Pozzuoli, tante erano le “carte” sulla sua scrivania. Dai problemi storici della città, come ad esempio il Rione Terra, fino ad arrivare al parcheggio multipiano di via Gerolomini, gli impianti sportivi, e alla ZTL del centro storico da rimodulare. Inoltre, col suo arrivo le iniziative avviate dall’uscente amministrazione Magliulo furono troncate dopo la caduta di Sindaco e Giunta.

IL “LOW PROFILE” DEL COMMISSARIO – Il Commissario Ugo Mastrolitto ha deciso, per ora, di avere un “profilo basso”  da mero burocrate non prendendosi alcune responsabilità per ciò che va oltre l’ordinaria gestione della città. Il “low profile” scelto da Matrolitto è più che legittimo, ma si ripercuote ancora di più sui bisogni della città. Appena insediato, poco prima di Natale, il Commissario non ha voluto “scegliere” sulla ZTL del centro storico, relegando così il “centro commerciale” naturale della città ad un Natale in tono minore. La stesse installazione delle luminarie è stata fatta a spesa dei commercianti e nemmeno è stato possibile installare il piccolo mercatino di Natale che ha animato un po’ il centro storico nei Natali precedenti. Sempre in tema di viabilità e parcheggi non ha preso alcuna decisione in merito al Multipiano di via Gerolomini. Prima che cadesse la Giunta Magiulo pareva che il Parco Archeologico Urbano, di via Vecchia delle Vigna fosse ad un passo dall’inaugurazione, ma invece nemmeno li se ne è fatto nulla.

LE RESPONSABILITA’ DELLA POLITICA – Nulla da imputare al Commissario, che qualche decisione per il bene della città avrebbe potuto prendere, ma che comunque ha operato nel pieno delle sue funzioni e in piena regolarità. Le colpe ricadono sulla politica che ormai dal 2005 (quando fu sciolta la Giunta Figliolia) non riesce a trovare un minimo di stabilità amministrativa: negli ultimi 6 anni la politica a Pozzuoli ha guidato la città per 2 anni e 6 mesi (2 anni Giacobbe e 6 mesi Magliulo) e la città ne ha risentito in maniera letale. Ora, a poco più di 2 mesi da nuove elezioni comunali, Pozzuoli non può più permettersi gli errori passati.

ANGELO GRECO
[email protected]