POZZUOLI – Sono rimaste incantate per oltre due ore le tantissime persone che hanno visto il Macellum trasformarsi in un teatro all’aperto, con le celebri colonne illuminate da luci artificiali al ritmo degli orchestrali della The Modern Movie Classic Orchestra. Una serata emozionante, merito soprattutto dell’imprenditore Paolo Lubrano e del suo Premio Civitas, che ha coinvolto nella sua iniziativa il light designer Filippo Cannata. Non poteva che chiamarsi “Le colonne sonore” la serata che ha visto gli strumentisti eseguire le più note musiche del cinema, con capolavori di Ennio Morricone, Nino Rota e Nicola Piovani. Dopo la presentazione di Alessandro Cecchi Paone – che ha ricordato la centralità dell’antico mercato romano nella vita dell’antica Puteoli – il pubblico ha potuto visitare il sito ascoltando le note dei film di Sergio Leone, Stanely Kubrick e Federico Fellini, godendosi i giochi di luce azionati dalla Graded e Led Generation. A salutare il pubblico anche il direttore del Parco archeologico dei Campi Flegrei, Paolo Giulierini, accompagnato dal suo omologo del Museo archeologico di Lisbona Antonio Carvalho. Pozzuoli internazionale per una sera, dunque. Per un appuntamento, in particolare quello del percorso di illuminazione, che era solo al suo battesimo.