POZZUOLI – Salvatore Ferro è sorvegliato speciale. Il nuovo “status” per il fratellastro del boss Gaetano Beneduce, è arrivato dopo l’esame della documentazione riguardante il 41enne da parte della Sezione misure di prevenzione del Tribunale di Napoli.

LA SCARCERAZIONE – Lo scorso 25 giugno Savio, questo il nome con il quale è anche conosciuto, aveva lasciato il carcere, ma non era stata ritenuta come ancora attuale la sua pericolosità.

MISURA APPLICATA DALLA POLIZIA – Il 6 marzo scorso, però, il suo caso è stato nuovamente vagliato, con la decisione di sottoporlo al regime della sorveglianza speciale, misura eseguita poi dall’Ufficio prevenzione e sicurezza del commissariato di polizia di Pozzuoli. Dunque, ora il fratellastro del boss dovrà attenersi a precisi obblighi.

OBBLIGHI E DIVIETI – Primo tra tutti quello a non accompagnarsi con altri soggetti pregiudicati, di non partecipare a pubbliche riunioni e di non detenere armi. Oltre a questi obblighi, Salvatore Ferro dovrà fare a meno della patente di guida e dell’eventuale passaporto. La misura resterà in vigore per i prossimi 30 mesi.