Il consiglio comunale di lunedì 12 novembre

POZZUOLI – Soddisfazione per l’approvazione del regolamento per il Forum dei Giovani votato questo pomeriggio durante il consiglio comunale. Ad esprimerla è anche l’associazione politica “Noi Re(si)stiamo Qui”  che, insieme ai “Diversamente Giovani” ed altri movimenti e associazioni cittadine si sono battuti per raggiungere l’obiettivo.

ASSENTE L’OPPOSIZIONE –  Nota stonata della giornata, l’assenza al momento della votazione, dei 5 consiglieri dell’ opposizione Espedito Fenocchio, Salvatore Maione, Filippo Monaco, Pietro De Vito e Guido Iasiello che in precedenza, durante la discussione del bilancio di previsione, avevano lasciato l’aula.

LA NOTA –  E’ un atto importantissimo che oggi fa l’amministrazione puteolana. È ormai da diversi anni che tutte le organizzazioni giovanili del territorio, in modo bipartisan, stanno collaborando ad un’idea di partecipazione che superi gli steccati moderni. L’idea di un Forum dei Giovani nasce proprio dall’esigenza di rendere partecipi i giovani a trecentosessanta gradi su tutte le scelte fatte dall’amministrazione. – si legge nella nota inviata dal movimento politico dopo l’approvazione in consiglio comunale –  Questo sia in merito a politiche giovanili che su altre questioni, fondamentali per la città. Speriamo che con l’atto di oggi si apra una fase nuova per Pozzuoli, una fase fatta di continuo confronto, di ascolto e di proposta con gli attori passivi ed attivi delle scelte politiche.

ATTO CHE NON DEVE RESTARE ISOLATO –  Il nostro interesse è innanzitutto che al Forum si iscrivano molti ragazzi, anche e soprattutto alla prima esperienza con la politica. – prosegue la nota – L’obiettivo è quello di avvicinare quanto più possibile i ragazzi alla politica, intesa come insieme di idee e di proposte. Si allontani, però, dal Forum chi ha intenzione di porre veti, chi ha intenzione di far rivivere vecchie logiche di “spartizioni” e correnti varie. L’auspicio, ovviamente, è che questo non resti un atto isolato. Già abbiamo richiesto un osservatorio sul lavoro nero ed a breve formalizzeremo anche una proposta per una commissione che punti l’occhio sulle disabilità e sulle barriere architettoniche presenti in città. Gli istituti di partecipazione per coinvolgere giovani e cittadini nelle scelte dell’amministrazione esistono, speriamo che il sindaco in primis, il consigliere con delega alle politiche giovanili e i consiglieri tutti, colgano l’occasione del Forum per allargare la partecipazione anche ad altre soggettività: dai disabili, agli anziani, ai rappresentanti del mondo del lavoro e così via.