POZZUOLI – “Domani lo sgombero non ci sarà“. Ad annunciarlo é Mario Raimondo, il rappresentante di Asia-Usb, associazione Inquilini e Abitanti che oggi ha incontrato il nuovo dirigente di Polizia del Commissariato di Pozzuoli. Rinviato quindi lo sgombero del campo container di via Carlo Alberto dalla Chiesa e bloccata l’esecuzione dell’ordinanza di sgombero il cui termine ultimo era fissato per la giornata del 30 gennaio. La notizia (che era nell’aria già da qualche giorno, é stata ufficializzata nella serata di oggi al termine di una giornata che ha visto i residenti del campo container impegnati in incontri e manifestazioni prima presso la Prefettura  e poi al comune di Pozzuoli. “Al momento non esistono i presupposti per lo sgombero di massa che avrebbe conseguenze sociali devastanti” questo in sintesi il motivo del “congelamento”. Intanto le 43 famiglie, che si dicono disposte a lasciare il campo container dove è stata accertata la presenza di amianto, si dicono disponibili a lasciare i prefabbricati solo in cambio di una “certezza alloggiativa”.