Il consigliere comunale Enrico Russo - IDV

POZZUOLI –  E’ guerra nel partito dell’Italia dei Valori. Dopo la lettera di protesta per la mancata nomina di un assessore in quota IDV, poche ore dopo è arrivata la “smentita” da parte dell’altra parte del partito. Insomma, un muro contro muro che vede da una parte 7 candidati al consiglio comunale, 10 iscritti e 17 simpatizzanti del partito e dall’altra il consigliere comunale Enrico Russo insieme ad altri 16 candidati. Una diatriba che ha come oggetto la posizione da prendere nei confronti di Vincenzo Figliolia che nella composizione della Giunta non ha tenuto in considerazione il partito di Antonio Di Pietro. Infatti, al partito che ha visto eleggere un solo consigliere comunale, il sindaco ha deciso di non assegnare nessun posto nell’esecutivo, dando però la “possibilità” di ottenere la poltrona di Presidente del Consiglio. Decisione, però, che non ha soddisfatto tutti.

L’ATTACCO –  Pertanto, ieri mattina i 7 candidati con a seguito iscritti e simpatizzanti scrivevano all’ex Pm  Antonio Di Pietro e ai responsabili provinciali e regionali del partito accusando i vertici del partito rei di non essere intervenuti in maniera incisiva di fronte alla decisione di Figliolia. Allo stesso tempo, nella missiva si invitava esplicitamente Enrico Russo (l’unico consigliere eletto) a rinunciare ad ogni incarico proposto dal Sindaco.

Il commissario cittadino Franco Costigliola

LA RISPOSTA –  Lettera che però non è andata giù all’altra parte del partito che in serata inviava un comunicato attraverso il quale ribadiva l’appoggio al sindaco Vincenzo Figliolia. Allo stesso tempo nel testo, firmato dal commissario cittadino Francesco Costigliola, lo stesso definiva la parte avversa come  “una piccola minoranza presente all’interno del partito che evidentemente aspirava solo ad una propria presenza in giunta”.

LA LETTERA –  In riferimento al documento firmato e pubblicato in data odierna da sette candidati (Azzaro Mario Rosario, Gritto Gennaro, La Ragione Vincenzo, Olivieri Flavio, Pepe Aldo, Sarnataro Antonia, Esposito Massimo), della lista dell’IDV al Consiglio Comunale di Pozzuoli, – si legge nel comunicato stampa –  il commissario cittadino tiene a precisare che il partito Italia dei Valori, sia a livello locale che a quello provinciale e regionale, conferma il suo appoggio alla coalizione di centrosinistra e al Sindaco Vincenzo Figliolia. Tutte le azioni intraprese dal partito sono state concordate con il segretario provinciale avv. Elpidio Capasso e con il segretario regionale on. Nello Formisano e sono state finalizzate ad ottenere visibilità all’interno dell’Amministrazione Comunale. Le esternazioni espresse in tale documento, sono frutto di una piccola minoranza presente all’interno del partito che evidentemente aspirava solo ad una propria presenza in giunta. L’IDV si è sempre distinta per affidabilità e coerenza, pertanto il consigliere comunale unitamente agli altri sedici candidati per senso di responsabilità nei confronti della coalizione e soprattutto nell’interesse della città, seguendo le linee guida del partito, hanno accettato le scelte adottate dal Sindaco.

GENNARO DEL GIUDICE