Pasquale Giacobbe

POZZUOLI –  Remano dalla stessa parte, ma con stili diversi. Mentre Filippo Monaco, il candidato a sindaco di PDL, FLI e UDEUR ha scelto una propaganda elettorale “soft”, Pasquale Giacobbe, il commissario cittadino del PDL ed ex sindaco, porta avanti una campagna elettorale più “arrembante” e che vede, come bersaglio, il candidato a sindaco del centrosinistra Vincenzo Figliolia.  Infatti, mentre Monaco durante le sue esternazioni si è “limitato” a punzecchiare tra le righe il suo rivale, Giacobbe non ha usato mezzi termini per attaccarlo. Prima venerdì scorso, quando durante l’incontro con gli Stati generali del PDL definì Figliolia “Persona autoritaria e non autorevole”; poi ieri (martedì), quando è intervenuto sul discorso fatto domenica durante la manifestazione di apertura della campagna elettorale del centrosinistra.

Vincenzo Figliolia

“FIGLIOLIA CONFONDE I RUOLI” –  Si, perché  a Pasquale Giacobbe non sono andate giù le parole di Vincenzo Figliolia. In primis l’annuncio, durante il suo discorso, dell’apertura del parcheggio multipiano e del Molo Caligoliano. «In merito alle dichiarazioni del candidato sindaco del centrosinistra nel corso di questa prima fase della campagna elettorale, è necessario fare delle precisazioni in qualità di coordinatore del Pdl di Pozzuoli e di ex amministratore di questa città – ha tenuto a sottolineare Giacobbe –  Il candidato sindaco del centrosinistra confonde quelle che sono le competenze di un sindaco con quelle che sono le competenze delle altre istituzioni. Dice continuamente che egli aprirà il parcheggio multipiano dell’ex Cava Regia e quello del Molo Caligoliano, così come annuncia la riapertura del Rione Terra. Ma perché non spiega che queste sono competenze del Presidente della Regione in qualità di commissario straordinario, e non del sindaco di Pozzuoli?

ILLUSIONI –  In questi anni – prosegue il consigliere regionale del PDL –  sono state le amministrazioni di centrodestra che hanno sbloccato fondi e dato l’opportunità a tante opere di essere messe in cantiere e consegnate alla città, come il lungomare di via Napoli, la Villa Comunale e la Villa del Tempio di Serapide, solo per citarne alcune. Oppure, ancora, quello che è stato fatto al Rione Artiaco: strada, marciapiede, illuminazione e svincolo della Tangenziale. Alcune opere sono ferme per i fondi bloccati dalla Giunta Regionale guidata da Bassolino, ma presto la giunta di centrodestra sbloccherà i finanziamenti per il loro completamento. Altre opere, invece, come il parcheggio Multipiano dell’ex Cava Regia saranno presto consegnate ai cittadini grazie agli uomini del centro – destra che, in provincia come in regione, si stanno adoperando per il futuro di Pozzuoli. Credo che un candidato sindaco debba avere un equilibrio anche nel fare la campagna elettorale e non illudere la gente»

GENNARO DEL GIUDICE