piperPOZZUOLI – L’orologio segna l’una e venticinque di martedì 24 gennaio, in tre hanno appena sfondato la porta d’ingresso della caffetteria “Piper Cafè” nei pressi del porto di Pozzuoli. Si muovono con sicurezza e padronanza, sembrano conoscere il locale nel quale resteranno mezz’ora senza il timore di essere scoperti. Uno dei malviventi si accende perfino una sigaretta mentre con un complice scassina una slot machine. Appena 24 ore stessa sorte era toccata al Pub-Pizzeria “Cuba Libre”, ma a Pozzuoli le bande sembrano essersi divise il territorio. Come avvenuto nel caso precedente anche questa volta le telecamere di sorveglianza hanno ripreso tutto, i malviventi forse lo sapevano ma non hanno fatto una piega. L’epilogo è di 4 slot machine scassinate e svuotate, il bottino di un paio di migliaia di euro. (il video alla fine dell’articolo)

piper-cafeLA BANDA – Hanno agito in tre con i volti travisati da sciarpe, cappelli in lana e berretti con visiera che lasciano spazio solo agli occhi mentre si facevano luce con piccole torce. Il colpo nella centralissima via Roma. Dopo aver aperto un varco all’interno del gazebo attiguo al locale, coperti dai teloni riescono a scassinare la porta d’ingresso senza essere visti dalle auto che transitano lungo la strada. In due entrano, il terzo rimane a fare da “palo”. E da questo momento inizia il “lavoro”. Prima nell’area-bar dove prendono di mira la cassa, poi nel locale che ospita le slot machin. Le telecamere riprendono mentre con arnesi da scasso scardinano ben 4 dispositivi e prelevano i contenitori dei soldi. Quasi 20 minuti prima di spostarsi in un’altra stanza dove rovistano in alcuni cassetti senza toccare né computer né altri dispositivi elettronici. Sembrano conoscere alla perfezione il locale. Poi la fuga quando l’orologio della telecamera (impostato un’ora avanti) segna le 2.55.

ESCALATION – L’ennesimo colpo, l’ennesimo furto con scasso che si aggiunge a una lunghissima lista di episodi messi a segno nelle ultime settimane nella città di Pozzuoli, tra centro storico e zona alta della città. E ad agire forse più bande, mani esperte che specializzate in furti ai danni di attività commerciali.

IL VIDEO DEL RAID