Il fantoccio e sullo sfondo il Lago Lucrino

POZZUOLI – Una macchia scura che prende forma a pelo d’acqua, quell’immagine secondo dopo secondo prende sempre più le sembianze di un corpo sena vita. Sono circa le ore 12 quando avviene l’avvistamento del corpo sullo specchio d’acqua del lago Lucrino, proprio all’altezza della foce che collega la piccola laguna al mare. È un cadavere nessun dubbio, tanto che subito viene avvertita la polizia che si reca immediatamente sul posto pochi minuti dopo seguiti dal corpo dei sommozzatori dei vigili del fuoco.

LA SCOPERTA DEL FANTOCCIO  – I sommozzatori si gettano subito in acqua per recuperare il presunto cadavere, ma ecco la sorpresa, quel cadavere altro non è che un fantoccio fatto di stracci. Chiaro a tutti che si tratta di un scherzo, uno scherzo di pessimo gusto per giunta, che ha messo in allarme tutti attorno al lago. Non un manichino trascinato fin dentro al lago dalla corrente attraverso la foce, ma bensì un “fantoccio” creato con la chiara volontà di trarre in inganno la buona fede di chi lo avesse notato.

UNO SCHERZO DI PESSIMO GUSTO – L’avvistamento del corpo galleggiante a pelo d’acqua è avvenuto oggi in tarda mattinata, a notare, quello che pareva essere un cadavere, alcuni addetti dei ristoranti posti sulle sponde dello specchio d’acqua, che hanno immediatamente le forze dell’ordine. Giunte sul posto, polizia e vigili del fuoco, hanno poi constato che si trattava di un pessimo scherzo, non solo per il tema trattato, ma anche per un procurato allarme che ha coinvolto polizia e vigili del fuoco. La presenza di un cadavere nella laguna non era un ipotesi remota, data la foce che lo congiunge alla vicinissima spiaggia. Una delle mareggiate dei giorni scorsi avrebbe potuto trasportare il corpo dal mare fino al Lago Lucrino. Tanto spavento per nulla verrebbe da dire, ma nonostante il pessimo gusto dello scherzo c’è da tirare un sospiro di sollievo davanti ad una tragedia che tale non è stata.

ANGELO GRECO