L'assessore Teresa Stellato e il DG di "Sicurezza e Ambiente" Angelo Cacciotti

POZZUOLI – E’ guerra ai falsi incidenti stradali. Dopo i maxi risarcimenti e l’elevato numero di incidenti che ha portato la Procura di Napoli ad aprire un’inchiesta su circa 500 pratiche sospette, il Comune di Pozzuoli passa all’attacco attivando il servizio di “trasparenza e antifrode assicurativa”. Attraverso l’utilizzo di squadre di operatori specializzati che interverranno sul luogo dell’incidente, ogni evento potrà essere “cristallizzato”, “geo-localizzato” e infine digitalizzato in un report che finirà nella banca dati del Comune, rendendo così ogni incidente un “fatto storico unico”. In questo modo, si eviteranno quei “duplicati” di sinistri frutto di attività fraudolente che, tra polizze assicurative ed esborsi per debiti fuori bilancio, negli ultimi anni sono costate alle casse dell’Ente svariati milioni di euro. Un elevato numero di sinistri che nel 2012 ha indotto la società che offriva il servizio di copertura assicurativa al comune di Pozzuoli, a disdire un contratto annuale di 1 milione e 352mila euro dopo appena 7 mesi (costati comunque alle casse comunali 813 mila euro). «Il nostro obiettivo è spezzare sul nascere le attività fraudolente che hanno portato ad un autentico saccheggio delle casse del comune di Pozzuoli – spiega l’assessore alle Finanze e Avvocatura Teresa Stellato che ha stipulato l’atto di convenzione (del tutto gratuito per l’ente) con la società “Sicurezza e Ambiente” – da Luglio 2012 a fine giugno 2013 abbiamo effettuato ben 790 interventi su tutto il territorio cittadino. Ora con questo servizio, potremo confrontare i report dei luoghi dove è stato denunciato il sinistro con i lavori di ripristino in maniera tale da “incastrare” gli autori di falsi sinistri».

 

Il servizio antifrode sarà attivo 24 ore su 24

IL SERVIZIO ANTIFRODE – Dunque, In caso di incidente o infortunio in strada, attraverso il numero verde 800898989 cittadini e forze dell’ordine potranno richiedere l’intervento di una squadra di soccorso che in un tempo massimo di 12 minuto interverranno sul luogo dell’accaduto. Parallelamente all’attività di rilevamento condotta dalle forze dell’ordine, gli operatori cristallizzeranno l’evento geo-localizzandolo. Nella fattispecie, realizzeranno un dossier fotografico e report elettronico garantendo così la corretta e trasparente istruttoria delle pratiche relative agli incidenti. Ciò andrà a beneficio dei cittadini che, in base alla “veridicità oggettiva” del sinistro, potranno ottenere liquidazioni in tempi più brevi ed un eventuale risparmio sui premi RC auto. «L’ attenzione posta su ogni singolo sinistro, dalle statistiche in nostro possesso relative alle città che hanno introdotto questo servizio, porterà ad una riduzione di spesa 80%» afferma Angelo Cacciotti, Direttore Generale di “Sicurezza e Ambiente”.

 

RIPRISTINO CONDIZIONI DI SICUREZZA – Ma l’intervento sul posto non si fermerà solo al rilevamento del sinistro. Successivamente, gli operatori effettueranno il ripristino delle condizioni di sicurezza stradale e, nell’eventualità, anche la riparazione delle strutture danneggiate assicurando così maggiore sicurezza a pedoni e automobilisti. « Invito i cittadini a collaborare con l’amministrazione nella maniera più massiccia perché Pozzuoli è di tutti. – conclude l’assessore Stellato – Anche la semplice segnalazione di una buca può essere fondamentale nella lotta alle frodi».

 

GENNARO DEL GIUDICE