All'iniziativa anti-camorra ha aderito anche il comune di Pozzuoli

POZZUOLI –  L’amministrazione comunale di Pozzuoli aderisce all’iniziativa “Facciamo un pacco alla camorra”, presentata questa mattina presso la sede napoletana dell’Anci Campania, che prevede la distribuzione dei prodotti tipici della regione coltivati nelle terre confiscate ai clan della camorra. I pacchi sono confezionati da Libera Terra e Fondazione Polis presso la Bottega dei Sapori e dei Saperi della Legalità, grazie all’attività di 16 cooperative e imprese riunite sotto la sigla NCO (Nuovo Commercio Organizzato).

L’IMPEGNO DEL COMUNE –  «Le iniziative di contrasto alla camorra ci vedono sempre favorevoli – ha dichiarato il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia – Oltre all’impegno concreto, come può essere l’apertura dello sportello antiracket e antiusura che abbiamo inaugurato l’altro giorno a Pozzuoli, è importante alimentare nei cittadini, e soprattutto nei giovani, la consapevolezza che la criminalità organizzata è un male da estirpare e non bisogna mai abbassare la guardia. E questo può essere fatto con iniziative del genere o facendo più informazione. Esserci e contribuire a lanciare il messaggio è un nostro dovere». L’Anci ha invitato le amministrazioni comunali associate ad utilizzare, invece dei tradizionali regali natalizi per uffici e dipendenti, i pacchi distribuiti da Libera e Fondazione Polis.