Teresa Moccia Di Fraia

POZZUOLI – È scaduto ieri il termine per la presentazione delle proposte da mandare al comune di Pozzuoli per realizzare eventi natalizi. Un bando-farsa iniziato il 31 ottobre e scaduto dopo soli 12 giorni, senza nessuna degna diffusione: non un comunicato stampa, una nota dell’assessorato, niente. Solo la pubblicazione sul sito dell’Albo pretorio del Comune di Pozzuoli -è quanto sostiene il movimento politico “Pozzuoli Ora” in un comunicato stampa.

RECIDIVITA’ – «Già l’anno scorso – afferma il consigliere comunale di Pozzuoli Ora, Raffaele Postiglioneabbiamo riportato nelle sedi opportune quanto potesse giovare all’organizzazione di eventi una maggiore apertura e una pubblicizzazione spinta della possibilità per gli operatori culturali di partecipare alla programmazione. A quanto pare – conclude il Consigliere Postiglionel’amministrazione Figliolia non ha ben chiaro il significato di partecipazione e di pubblicità, che non vuol dire il mero esercizio formale della pubblicazione di un bando».

IL BANDO – Un bando di gara non solo che non favorisce la più ampia partecipazione, ma che non chiarisce nemmeno quale sia l’ammontare delle risorse messe in campo per ogni evento. «La pagliacciata, almeno, è terminata – afferma il segretario politico di Pozzuoli ORA, Riccardo Volpe. Chi ha preso questa decisione o è stupido o fa finta di esserlo: come si può pensare di dare soltanto dodici giorni di tempo a chi vorrebbe strutturare degli eventi natalizi? Come al solito probabilmente ci sarà stato qualche ben informato che avrà saputo in anticipo di questo bando ed aveva la proposta già pronta nel cassetto. Chi vuole il meglio per la città allarga le maglie della partecipazione, in modo da poter contare su un ampio ventaglio di proposte, non fa finta di farlo, mettendo in condizione seri organizzatori di eventi di fare la corsa contro il tempo».