POZZUOLI – Undici donne e tredici uomini candidati per il Consiglio Comunale. È la lista del movimento civico Uniti per Pozzuoli che martedì sera è stata presentata nella sede di via Cavour 8, nel Centro Storico di Pozzuoli. La lista sostiene la candidatura del sindaco uscente Vincenzo Figliolia.

I NOMI – Questi i nomi dei candidati: Agostino Alboretto (diplomato in Servizi della Ristorazione), Mariana Altieri (laureata in Scienze della Pubblica Amministrazione), Camillo Bruno (avvocato), Arturo Chiocca (insegnante Scuola Secondaria di Primo Grado), Filomena Cocciardo detta Milena (diplomata Istituto Linguistico), Cristina Cordiano (laureata in Scienze Sociali), Maria Dargenio (insegnante I Circolo Didattico “Marconi”), Mario De Salsi (insegnante di Educazione Fisica “The International School of Naples”), Pietro De Vito detto Pierino (impiegato Centro per l’Impiego, consigliere uscente), Delia Di Battista (Assistente tecnico addetta all’Accoglienza Turistica all’Ipseoa Petronio di Pozzuoli), Domenico Di Martino detto Mimmo (operatore socio sanitario), Rosalia Di Razza (diplomata), Liana Enzini (professionista della ristorazione), Giovanni Fasulo (Assistente amministrativo Istituto “Pitagora”), Diego Funel (diplomato Tecnico Attività Alberghiere, maestro di Tae Kwon Do), Costantino Greco (ragioniere, agente di viaggio), Rosario Iannaccone (ingegnere aereonautico, libero professionista), Ilaria Illiano (imprenditrice), Gennaro Pastore (Account manager Fima Sport, presidente Asd Real Pozzuoli), Rosa Petrone (insegnante I.C. 2° “De Amicis – Diaz”), Giuseppina Pisano detta Pina (consulente), Eugenio Russo (insegnante Scuola Elementare), Maria Pia Schiavone (insegnante Scuola Superiore di Primo Grado), Luigi Testa (procuratore sportivo).

IL FONDATORE – «In questi mesi abbiamo scelto di mettere insieme una squadra di amiche e amici che con entusiasmo hanno scelto di candidarsi nel nostro movimento civico – dichiara Filippo Monaco, fondatore di “Uniti per Pozzuoli” – si tratta di donne e uomini provenienti da esperienze diverse e tutti pronti a mettersi in gioco per il bene della città. La vera sorpresa sono le donne. Potevamo scegliere di candidarne di meno. La legge consente di candidarne almeno otto. Ma invece abbiamo avuto tante adesioni. Ora ci aspetta la campagna elettorale delle prossime settimane. Saranno giorni di serrato confronto tra forze politiche e candidati sperando che si svolga nel rispetto delle parti e per il bene di Pozzuoli».