Pollice, Pollio e Marrandino. Insieme a Simeoli, sono i 4 delegati a trattare con le forze politiche

POZZUOLI –  L’UDC è ormai la “promessa sposa” del Centrosinistra. Lo si è capito ieri, durante le prime consultazione avviate dai 4 rappresentanti del partito cittadino che si concluderanno domani sera con l’ultimo incontro previsto proprio con colui che a questo punto è il “promesso sposo”: Vincenzo Figliola.

NO AL TERZO POLO –  Ieri pomeriggio Marandino, Pollio, Pollice e Simeoli hanno incontrato i responsabili locali di API, FLI e PDL. “Per noi non ci sono le condizioni per costituire il Terzo Polo”: sono state queste, in linea di massima, le parole pronunciate prima all’avvocato Salvatore Di Bonito, rappresentante dell’API e poi a Gigetto Fiadra, segretario cittadino di “Futuro e Libertà”. Con quest’ultimo addirittura l’incontro sarebbe durato pochi minuti, il tempo necessario per notificare la decisione presa dal partito cittadino di Pier Ferdinando Casini. “Niente contro il Terzo Polo che rappresenta un progetto importante del quale prima o poi ne faremo parte ma oggi a Pozzuoli non ci sono i presupposti per alleanze con questi partiti” è stato il messaggio indirizzato al responsabile del partito di Fini.

Vincenzo Figliolia

NIENTE DI FATTO ANCHE CON IL PDL – Poi è toccato, in ultima battuta, al commissario cittadino del PDL Pasquale Giacobbe, che come i due predecessori si è recato alla sede di Arco Felice. Al consigliere regionale ed ex sindaco di Pozzuoli i quattro hanno chiesto, tra le altre cose, delucidazioni sulla reale situazione del partito cittadino e conferme sulla cacciata o meno dei 2 ex consiglieri di maggioranza (Iasiello e Pacileo). Pasquale Giacobbe dal canto suo avrebbe dato tutte le rassicurazioni in merito, parlando di un partito sano e competitivo per le prossime elezioni.

VENERDI’ L’UFFICIALIZZAZIONE? – Gli incontri del quartetto dell’UDC proseguiranno anche oggi e domani. Tra qualche ora toccherà ad Alfonso Artiaco e ad altri esponenti di movimenti più piccoli. E, “dulcis in fundo” domani, quando al quartier generale dell’UDC arriverà Vincenzo Figliolia che accompagnato dagli altri esponenti del centrosinistra otterrà finalmente risposta all’invito inoltrato diverse settimane fa. Dopodichè, terminate le consultazioni con tutte le forze politiche cittadine, il quartetto nella giornata di venerdì si recherà alla segreteria provinciale del partito per tirare le somme. E, salvo clamorosi imprevisti, il matrimonio tra UDC e Vincenzo Figliolia sarà cosa fatta.

GENNARO DEL GIUDICE