POZZUOLI– Musica, Arte e Cultura: tre ingredienti della ricetta per il rilancio della città d Pozzuoli. A proporla è Angela Luongo, insegnante di musica che si presenta alle elezioni comunali di domenica 11 giugno con la lista civica “Con la Città-Figliolia” a sostegno del sindaco uscente. Angela Luongo, che si affaccia per la prima volta sulla scena politica, ha realizzato un programma (che è possibile trovare all’indirizzo: www.angelaluongo.it) fondato su 5 punti: Musica, Arte e Cultura; Cultura e Terzo settore; Rigenerazione Urbana; Dieta Mediterranea e Turismo; Pari Opportunità. 5 ambiti all’interno dei quali la candidata sviluppa una serie di proposte concrete per intervenire con efficacia sul territorio.

LE PROPOSTE: MUSICA, ARTE, CULTURA E TERZO SETTORE – Angela Luongo propone la realizzazione di una banda e di un coro musicali, ufficiali della Città di Pozzuoli; un Festival delle Arti Flegree, come Format culturale in grado di attivare risorse strategiche afferenti ai beni archeologici e paesaggistici coinvolgendo artigiani, ristoratori, musicisti, artisti e intellettuali, oltre che le associazioni culturali che operano in questi ambiti. Per quanto riguarda, ”Cultura e Terzo Settore” la candidata propone la realizzazione di uno sportello, un info-point per tutte le associazioni del territorio con il compito di semplificare la costruzione partecipata degli eventi culturali e di divulgare informazioni sui bandi pubblici e sulle risorse disponibili.

RIGENERAZIONE URBANA – Mentre sulla “Rigenerazione urbana” Angela Luongo afferma: «C’è bisogno di decoro urbano e l’istituzione di spazi attivi, quali centri polifunzionali, per una economia della conoscenza (diseconomia) ossia la “conoscenza” quale bene economico” per vincere la diseguaglianza e l’esclusione per operare l’inclusione». L’idea è quella di mantenere un elevato livello di attenzione sulle periferie, come ama ricordare Angela «per riportarle al centro» accompagnando le politiche urbane della prossima giunta in questa direzione.

DIETA MEDITERRANEA E TURISMO – Poi c’è la proposta, completamente innovativa, dell’introduzione, con cadenza annuale e di durata settimanale, di un menù mediterraneo da parte dei ristoratori puteolani, approntato da nutrizionisti e dietologi del territorio, contenente produzioni autoctone di prodotti tipici puteolani come il Piedirisso, le fave, le cicerchie, le percoche, i lupini e il pesce azzurro. La dieta mediterranea, in quanto patrimonio immateriale dell’Unesco, sarà in grado di funzionare come vero e proprio attrattore conferendo prestigio e rango culturale ai ristoratori che aderiranno all’iniziativa.

PARI OPPORTUNITÀ – Infine, nel campo delle “Pari opportunità”, il programma prevede di stimolare la diffusione di punti di ascolto dislocati soprattutto nelle periferie (Toiano, Licola, Monteruscello, Agnano); una maggiore presenza delle forze dell’ordine; e diffondere la cultura della ricerca attiva del lavoro, con riferimento alle reali possibilità di finanziamento regionale ed europeo. In quanto candidata donna, non poteva mancare un’attenzione specifica ai diritti delle donne e di tutte le minoranze le fasce deboli della popolazione, all’interno di una visione che esalta il ruolo delle associazioni e del terzo settore.

*Articolo redazionale elettorale sponsorizzato
Committente: candidata Angelo Luongo