POZZUOLI«Piena solidarietà e condivisione della linea scelta dal presidente dell’Eav che ha deciso di chiudere, temporaneamente, il passaggio a livello a Pozzuoli a causa di un’improvvisa impennata di malattie degli addetti al controllo del passaggio a livello stesso». A esprimerla il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, e il consigliere metropolitano e comunale di Pozzuoli, Paolo Tozzi, per i quali «pare evidente che, alla base dell’impennata di malattie potrebbero esserci ripicche per i contrasti in atto con i vertici di Eav in merito all’inquadramento professionale degli addetti».

GLI SFORZI«La Regione, grazie all’impegno del Governo, ha fatto uno sforzo enorme per ripianare i debiti accumulati in anni di gestioni clientelari e scellerate e avviare il rilancio dell’azienda per poter fornire un trasporto pubblico degno di un Paese civile a quanti usano i mezzi gestiti dall’Eav, ma comportamenti irresponsabili non aiutano – hanno concluso Borrelli e Tozzi, confidando nel – buon senso dei lavoratori perché a perderci con questi bracci di ferro e sabotaggi sono soprattutto gli utenti e loro stessi perché se l’azienda non si rilancia, si rischia nuovamente la bancarotta e quindi loro rischierebbero il posto di lavoro».