Una operatrice della Croce Rossa dopo la devastazione nella sede del Rione Toiano

POZZUOLI – Devastata la sede della Croce Rossa Italiana al Rione Toiano. Ignoti hanno fatto irruzione nella notte nei locali di via Lucilio distruggendo praticamente tutto e portando via infissi in alluminio, suppellettili varie, una stampante, due biciclette e perfino le divise dell’associazione. Rubate le porte d’ingresso e quasi tutte le finestre. Addirittura i ladri hanno rubato anche una parete divisoria situata in uno degli ambienti della grande struttura gestita dall’associazione di volontariato. Per alleggerire il carico i malviventi hanno lasciato a terra i vetri da porte e finestre. Secondo una prima stima, tra danni provocati e oggetti portati via il tutto si aggirerebbe intorno ai 20mila euro. Fuori uso l’edificio e volontari costretti a traslocare. 

 

 

LA DINAMICA – Sull’episodio hanno inviato le indagini i Carabinieri della Compagnia di Pozzuoli diretti dal Comandante Elio Norino. La dinamica, al vaglio degli inquirenti, sarebbe abbastanza chiara. I ladri avrebbero prima forzato la recinzione, poi una volta all’interno della struttura hanno potuto operare in tutta tranquillità, facendo anche entrare il mezzo, verosimilmente un camion o un furgone, con il quale hanno portato via l’ingombrante refurtiva. Uno dei ladri si sarebbe anche ferito lasciando un fazzoletto insanguinato, prontamente raccolto dai militari giunti sul posto la serata di martedì. Dal test del Dna potrebbero arrivare indizi utili per risalire all’identikit di uno dei malviventi.

 

QUARTO FURTO IN 5 MESI – Uno scenario apocalittico, dunque, quello che si è presentato agli occhi dei volontari martedì pomeriggio quando, come da consuetudine, sono giunti in via Lucillo per aprire la struttura: «Ci siamo accorti del fatto martedì verso le 17 – ci racconta il responsabile della struttura Giuseppe Coppola – è il quarto furto che subiamo in 5 mesi. Questo è il più grave assieme a quello di martedì scorso. Con il furto di oggi la sede è completamente fuori uso. Magari qualcuno pensa che distruggendoci la sede, noi possiamo andare via lasciando campo aperto ad altre incursioni, riuscendo così a portare via altro come i motori dei condizionatori d’aria che contengono molto rame, ma noi restiamo qui.  Vogliamo che il corso per i volontari previsto per le prossime settimane si tenga qui.

 

L’APPELLO – Sede out e a rischio anche la distribuzione dei pacchi del Banco Alimentare messo in campo  dal comune di Pozzuoli e prevista per il 13 dicembre – Per la distribuzione dei pacchi alimentari prevista per venerdì – prosegue Coppola – la effettueremo presso il Comando dei Vigili Urbani in via Luciano. Infine un appello ai cittadini – Dato che hanno rubato anche alcune divise, invito a diffidare da chiunque possa chiedere soldi a nostro nome usurpando i nostri loghi, d’altronde noi non ci finanziamo in questo modo».


ANGELO GRECO

 

LE FOTO

[cronacaflegrea_slideshow]