POZZUOLI – Ha preso ufficialmente il via il progetto di risanamento ambientale e valorizzazione dei Regi Lagni, che come primo passo prevede la rifunzionalizzazione e l’adeguamento dei cinque impianti di depurazione che insistono sul territorio a Nord di Napoli. Si parte da Cuma, dove ieri si è svolta la “cerimonia” di consegna dell’impianto, da parte da parte del Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, all’associazione temporanea d’imprese vincitrice dell’appalto dei lavori. L’intervento, dal valore di 50 milioni di euro e finanziato con fondi europei, al momento, non prevede azioni specifiche per la riduzione dei miasmi prodotti, ma si concentrerà sulle sezioni di trattamento dei fanghi di depurazione e sulla tele-gestione e tele-controllo dell’impianto. Alla stessa associazione d’imprese sarà affidata anche la gestione per 5 anni del depuratore con un costo di 100 milioni di euro a valere sul bilancio regionale. Entro Aprile, saranno affidati i lavori anche per i depuratori di Napoli Nord, dei Regi Lagni, di Acerra e Marcianise.

PIENA BALNEABILTA’ ENTRO IL 2018 – La questione della depurazione è un calvario che va avanti da anni. Si è perso tempo perché per le gare abbiamo dovuto attendere il ministero delle Infrastrutture. Non succederà più: le gare le faremo noi…. Per i lavori staremo con il fiato sul collo delle imprese per avere la conclusione entro 13 mesi. L’obiettivo è quello di avere, per l’estate 2018 la piena balneabilità del mare del litorale Domitio-Flegreo.” Questo è quanto dichiarato dal Presidente De Luca al termine della cerimonia.

RIQUALIFICAZIONE DI TUTTO IL TERRITORIO – E ancora: “l’obiettivo più generale è la riqualificazione di tutto il litorale Domitio. Pensiamo di far decollare un grande progetto di sviluppo turistico, facendo i conti la devastazione ambientale, con i mille edifici abusivi che troveremo, molti dei quali dovremo buttarli a terra, ma è un’occasione unica per creare lavoro e riqualificare l’ambiente.”

I SINDACI DOVRANNO FARE LA LORO PARTE – Per avere il mare davvero pulito e riqualificare il territorio, secondo De Luca, anche i Sindaci dovranno fare la loro parte, sia completando, laddove necessario, le reti fognarie comunali e di collettamento ai depuratori, sia proponendo progetti di riqualificazione, immediatamente eseguibili, che entreranno a far parte di un unico masterplan da finanziare sfruttando i fondi europei. A tal fine, si è svolto sempre in mattinata, un incontro con tutti i Sindaci del territorio tra cui anche Vincenzo Figliolia, Sindaco di Pozzuoli, che dalla sua pagina facebook ha dichiarato: ”Oggi inizia una nuova fase e fra un anno avremo un impianto adeguato alle nuove normative e più efficace.” Resta in campo, il pressing sulla Regione sia per la realizzazione delle coperture delle vasche di depurazione, al fine di ridurre i cattivi odori prodotti dall’impianto, sia per il risanamento dei canali superficiali che scaricano sulla spiaggia di Licola.