POZZUOLI – Dall’Africa a Monterusciello per acquisire competenze ed esperienza dell’istituto alberghiero di Pozzuoli. E’ quanto previsto dal protocollo di intesa che verrà stipulato tra il consolato del Bénin e la dirigenza dell’Istituto Professionale per i Servizi dell’Enogastronomia e dell’Ospitalità Alberghiera “Lucio Petronio”.

IL CONSOLE A POZZUOLI – A firmarlo saranno il console dello stato africano Giuseppe Gambardella,  il dirigente scolastico Filippo Monaco, nonché Giuseppe Paladino, presidente della onlus “Un Sogno per il Bénin”. Il progetto sarà coordinato in tutte le sue fasi dallo stesso consolato, con la supervisione dell’Ambasciata a Roma del Benin.  «Formare professionalmente delle giovani promesse in ambiti così importanti come quello turistico-alberghiero, è un investimento per il futuro del loro Paese, sempre più atto ed aperto al terzo settore – spiega il console Gambardella – è ricca di bellezze naturali, di luoghi di notevole interesse storico-artistico. Un’ adeguata formazione sia teorica che pratica presso un scuola alberghiera potrà fornire strumenti utili a promuovere la già presente ospitalità del loro Paese. Di certo, una forma mentis adeguata è alla base di ogni progresso».

“ORGOGLIOSI DI QUESTA INIZIATIVA” – Ad unire gli studenti beninesi e flegrei alcuni tutor i quali, al termine del periodo di formazione, rilasceranno attestati di partecipazione e corretto svolgimento dei corsi. «Siamo ovviamente molto orgogliosi di per questa iniziativa – sottolinea il dirigente Monaco – Sarà per noi un onore ospitare gli studenti africani e fornire loro tutto il nostro konw-how che ha fatto del Petronio una realtà importante non solo a livello locale». L’appuntamento è per il 25 gennaio all’interno della struttura di via Matilde Serao.