di Angelo Greco

La delegazione fuori i cancelli del Comune di Pozzuoli
La delegazione fuori i cancelli del Comune di Pozzuoli

POZZUOLI – La vertenza dei 161 lavoratori HP di Pozzuoli arriva sulla scrivania del sindaco di Pozzuoli, Vincenzo Figliolia, che ieri ha accolto una delegazione dei lavoratori della multinazionale americana. Continua dunque lo sciopero ad oltranza dei dipendenti dell’HP di Pozzuoli, che da giovedì scorso hanno incrociato le braccia contro la chiusura delle sede di Agnano, decisione che comporterebbe il passaggio di 130 dipendenti ad una nuova azienda, la Matic Mind che sembra non avere le giuste garanzie strutturali per garantire un assorbimento così ampio di dipendenti.

 

IN 50 FUORI IL COMUNE – Un folto gruppo composto da circa 50 lavoratori ieri pomeriggio si è dato appuntamento fuori ai cancelli di via Tito Livio con tanto di striscione e bandiere, per supportare i delegati Rsu che hanno avuto un incontro con il sindaco di Pozzuoli, mentre il resto dei dipendenti era rimasto a picchettare la sede dell’azienda. Criptico lo sfogo di Nino Bergamo delegato RSU – Fiom Cigl che prima di salire dal primo cittadino ha dichiarato: «L’azienda ha provato a intralciare questo incontro con il sindaco di Pozzuoli, infatti oggi ha improvvisamente iniziato a convocare i lavoratori per discutere del passaggio al Matic Mind. Il nostro percorso di trattative con l’azienda è finito, ora incontreremo l’HP solo al tavolo ministeriale».

 

L’INCONTRO CON IL SINDACO – L’incontro tra il sindaco di Pozzuoli e la delegazione dei lavoratori in agitazione è durato una cinquantina di minuti. Vincenzo Figliolia avrebbe manifestato il proprio interesse sulla questione tanto da chiedere l’invito al tavolo delle trattative con il ministero per difendere il livello occupazionale sul territorio di Pozzuoli. Inoltre – secondo quanto riferito dai delegati al termine dell’incontro – il primo cittadino avrebbe preannunciato un incontro con la Matic Mind per i prossimi giorni.

 

LE FOTO

[cronacaflegrea_slideshow]