POZZUOLI – Da tempo è costretto a muoversi su una sedia a rotelle, rinunciando anche a vivere nella sua abitazione, una casa all’interno di una palazzina senza ascensore. E’ il dramma che vive ogni giorno Antonio, 43 anni, affetto da sclerosi multipla, una gravissima patologia degenerativa. Impossibile installare a proprie spese l’elevatore, nonostante tutti gli inquilini dello stabile abbiano espresso parere favorevole.

SOLDI PUBBLICI – Servirebbe un finanziamento, ma fino ad ora l’uomo e sua moglie – con la quale vorrebbe vivere in quella casa assieme alla loro figlioletta – hanno ricevuto solo risposte evasive. La palazzina è dello Iacp, l’Istituto autonomo case popolari e si trova a via Artiaco. E’ da qui che gli hanno detto di rivolgersi alla Regione, ma da Palazzo Santa Lucia sembra essere arrivato solo un rimpallo di competenze tra un ufficio e l’altro. Si è dunque rivolto alla nostra testata, sperando che la vicenda possa avere uno sviluppo. Nel frattempo deve fare a meno di quell’alloggio, vivendo a casa dei propri genitori.