POZZUOLI – Si è appena conclusa l’operazione complessa denominata “shock wave”, posta in essere congiuntamente dai Comandi della Direzione marittima – Guardia costiera della Campania e dal Reparto operativo aeronavale della Guardia di finanza di Napoli che, nelle scorse settimane, ha visto impegnati gli uomini e i mezzi di entrambe le amministrazioni che, nell’ambito delle specifiche competenze, hanno svolto un’intensa azione di controllo delle unità da diporto utilizzate a fini commerciali, come la locazione, il noleggio e il cosiddetto “noleggio occasionale” oltre che delle imprese che gestiscono tali servizi turistici.
L’operazione ha consentito di accertare e sanzionare numerose violazioni alla disciplina della nautica da diporto, di garantire la sicurezza della navigazione e di evitare situazioni di distorsione della legittima concorrenza in un settore in continua espansione, a tutela di tutti i soggetti che svolgono tali attività nel pieno rispetto della stringente normativa fiscale, previdenziale e di sicurezza della navigazione marittima per il trasporto passeggeri.

L’OPERAZIONE – Nell’ambito dell’operazione sono stati complessivamente effettuati 318 controlli, di cui 89 in mare e 229 a terra e sono state elevate 42 sanzioni amministrative per un importo totale di 18.194 euro. “Shock wave” ha consentito di raggiungere considerevoli risultati, frutto della collaborazione sinergica tra la guardia di finanza e la guardia costiera e proseguirà nel periodo estivo, a tutela della legalità e della sicurezza dei passeggeri che, specialmente in estate, frequentano numerosi i nostri mari.