Via Napoli, una delle zone maggiormente controllate

POZZUOLI –  Blitz del Fisco nei locali della movida di via Napoli e del centro storico di Pozzuoli. Decine tra pub, pizzerie, bar e ristoranti della zona flegrea sono stati passati ai “raggi X” nella notte tra sabato e domenica durante un’operazione congiunta condotta da ispettori dell’ Agenzia delle Entrate, dell’Inps, della SIAE e dai militari della Guardia di Finanza. In tutto oltre una cinquantina di uomini sono stati impegnati fino all’alba.

IL BLITZ,  condotto da uomini in borghese, è stato messo in atto per contrastare il fenomeno del lavoro nero, dell’evasione fiscale e per la tutela del diritto d’autore. Gli ispettori hanno controllato gli incassi, comparando i soldi in contanti contenuti nelle casse con la somma degli scontrini emessi fino al momento del blitz; il numero di lavoratori  impiegati nelle sale dei locali, rapportato a quello dei clienti presenti: e proprio in questo caso molte sono state le anomalie riscontrate in diversi locali dove in alcuni casi a fronte di decine di clienti è risultato al lavoro anche un solo dipendente.

I CONTROLLI  hanno riguardato anche gli oggetti contenuti all’interno delle cucine come friggitrici, frigoriferi, piastre, e nelle sale come tavoli, sedie, televisori. Questi ultimi insieme ai dispositivi di diffusione audio finiti anche nei controlli degli ispettori della SIAE. Contemporaneamente i funzionari dell’Inps hanno controllato anche lo status lavorativo dei dipendenti. Le  operazioni di controllo sono terminate alle prime ore dell’alba in concomitanza con gli orari di chiusura dei locali della movida.  L’operazione della scorsa notte a via Napoli e nel centro storico di Pozzuoli giunge dopo quella del Vomero e di Chiaia della settimana scorsa che seguirono quelli di Cortina, Milano e Courmayer.

GENNARO DEL GIUDICE