Case popolari nel quartiere di Monterusciello

POZZUOLI – Le casse del Comune di Pozzuoli sono all’asciutto! Cosa risaputa, così come la situazione dell’ente che vanta diversi crediti verso gli assegnatari degli alloggi pubblici e degli spazi adibiti ad esercizi commerciali. Il Comune di Pozzuoli è in Italia tra i maggiori proprietari di immobili pubblici vantando una miriade di assegnatari ed affittuari. Il patrimonio immobiliare, per lo più concentrato nel quartiere di Monterusciello, se da un lato è onerose per la sua gestione ordinaria, può essere nel contempo una costante fonte di liquidità, ammesso che tutti paghino i canoni dovuti. Ma per anni la riscossione, sia dei crediti pregressi che delle fatturazioni correnti è sempre stato un problema non da poco, sia quando questa era diretta competenza del comune sia quando ci si è affidati a terzi.

L'assessore Teresa Stellato

IN ARRIVO LE CARTELLE – Come ogni amministrazione, che si è susseguita negli anni, anche quella Figliolia sta cercando di riscuotere tutto il pregresso per metter in cassa denaro fresco da reinvestire in città e regolarizzare una volta e per tutte le situazioni amministrative. A tutti gli assegnatari morosi, o presunti tali, in questi giorni stanno arrivando le cartelle per la riscossione dei crediti vantati dal comune. Chi è nella posizione di morosità può decidere di saldare in una sola trance o rateizzare le pendenze. Se queste non dovessero essere risolte sarebbe fortemente a rischio anche l’assegnazione dell’alloggio o del negozio.

IL MANIFESTO – Da ieri è stato affisso per la città un manifesto firmato dall’Assessore al Bilancio Teresa Stellato, dove si spiega come comportarsi una volta ricevuta la cartella debitoria e tutte le problematiche possono verificarsi se non si saldano le pendenze. Allo stesso tempo, viene anche lanciato un appello al senso civico dei morosi, rei secondo l’assessore di mancare di rispetto a chi da sempre ha pagato il dovuto. L’assessore ed il comune quindi la mettono sul filantropico, cercando di toccare la coscienza dei cittadini, dopo anni di vani tentativi di riscuotere i crediti. Ci riuscirà l’assessore Stellato, magari proprio toccando il cuore dei debitori??

ANGELO GRECO