Il carcere femminile di Pozzuoli

POZZUOLI –  “Carcere Femminile di Pozzuoli al collasso”. La denuncia, forte, è arrivata questa mattina dal deputato del PDL Alfonso Papa, al termine della visita presso la casa circondariale femminile del Comune campano «La situazione del carcere di Pozzuoli è esplosiva: a fronte di una capienza regolamentare di 82 detenute sono compresse in celle a dir poco fatiscenti 202 donne – ha denunciato il parlamentare scarcerato lo scorso 31 ottobre 2011.

CAMBIARE LE LEGGI –   Se consideriamo che di quelle 202 detenute solo 90 scontano una pena definitiva e oltre il 70% sono ristrette a causa di una legge carcerogena come la Fini – Giovanardi – continua Papa -, allora comprendiamo che oggi si pone l’urgenza di rivedere l’istituto della carcerazione preventiva, divenuto ormai un mezzo di anticipazione della pena nei confronti di presunti non colpevoli, così come quella legge sulle droghe ispirata a un cieco proibizionismo. Chi equipara droghe pesanti e leggere, o consumatori e spacciatori – ha dichiarato Papa – fa mostra di un elevato tasso di ideologia. Serve un approccio laico e pragmatico per segnare un cambio di rotta. Le nostre carceri sono il monito».