POZZUOLI – E’ una fumata grigia quella venuta fuori al termine dell’incontro tra i vertici della Ctp e Città Metropolitana. L’ente ha in qualche modo garantito ai lavoratori il pagamento dello stipendio di agosto nonché quello inerente ai ticket mensa. Entro il prossimo 20 settembre dovrebbero essere saldate le buste paga, mentre per i buoni pasto se ne parlerà il 5 ottobre.

NESSUN BUS IN STRADA – C’è molto scetticismo, però, tra i lavoratori dell’azienda, i cui mezzi non sono in strada nemmeno quest’oggi. «Per quanto riguarda gli stipendi non ancora erogati – spiegano il vicesindaco della Città Metropolita, il capo di gabinetto ed il direttore generale – il ritardo è stato determinato a causa del Durc (Documento unico di regolarità contributiva, ndr) non regolare della Ctp che impedisce alla proprietà di procedere a qualsiasi trasferimento. A ciò si è aggiunto un pignoramento che ha interessato la stessa azienda. Al fine di risolvere i problemi evidenziati, la proprietà è già intervenuta direttamente per sanare la posizione della Ctp. Tale intervento consentirà di ricevere lo stipendio entro il giorno 20 settembre».

LA PROTESTA – Come detto, i mezzi non stanno circolando, ufficialmente tenuti in manutenzione. Ieri, i lavoratori dell’azienda hanno protestato a piazza Matteotti, di fronte il palazzo che ospita gli uffici della ex Provincia.