POZZUOLI – C’è anche Adele Campanelli tra i destinatari dell’ordinanza di custodia cautelare eseguita dalla Guardia di Finanza questa mattina all’alba tra Napoli e Caserta. La neo-direttrice del Parco archeologico dei Campi Flegrei è finita ai domiciliari.

COINVOLTI SINDACI E CONSIGLIERI – Nella stessa inchiesta sono coinvolti il consigliere regionale Pasquale Sommese, l’ex sindaco di Pompei Claudio D’Alessio, l’ex sindaco di San Giorgio a Cremano, Domenico Giorgiano, e il sindaco di Aversa Enrico De Cristofaro. L’inchiesta, coordinata dal Procuratore aggiunto Giuseppe Borrelli, vede al lavoro i pubblici ministeri della Dda Catello Maresca, Maurizio Giordano, Luigi Landolfi, Gloria Sanseverino e Alessandro D’alessio. Le ipotesi di reato per i 69 destinatari delle misure cautelari, sono a vario titolo di corruzione, turbativa d’asta e concorso esterno in associazione mafiosa.

LE MANI DEI CASALESI – Imprenditori, politici, professionisti, docenti universitari, avrebbero favorito in alcuni casi gli interessi del clan Zagaria. Adele Campanelli, prima di essere nominata lo scorso 8 febbraio direttrice del Parco archeologico dei Campi Flegrei, era stata a capo della Soprintendenza archeologica, belle arti e del paesaggio di Napoli.