POZZUOLI – Venne arrestato nel marzo del 2016 con l’accusa di tentato omicidio aggravato, ma ora, per il 27enne di Quarto Nunzio Cerrato, potrebbe arrivare la scarcerazione.

AVVOCATI OTTIMISTI – Fiduciosi, infatti, i suoi legali – gli avvocati Carmine Ippolito e Ciro Urciuolo – dopo la decisione della Prima sezione della corte di Cassazione che ha in parte riformato la condanna a cinque anni rimediata al termine del giudizio di Appello, annullandola per quanto riguarda l’aggravante dei motivi abbietti e e futili e derubricando l’accusa principale a lesioni personali. Accolto, dunque, il ricorso dei due legali.

VITTIMA OPERATA – Vittima dell’accoltellamento fu un coetaneo di Cerrato, colpito con un coltello all’esterno di un bar di Pozzuoli. La vittima, trasportata in ospedale, venne operata dai medici del Santa Maria delle Grazie. Aveva riportato ferite al torace e alla spalla, oltre ad un versamento pleurico polmonare. Dopo una settimana chiese di lasciare il nosocomio per il miglioramento delle sue condizioni. Attualmente Nunzio Cerrato si trova rinchiuso nel carcere di Poggioreale.