di Violetta Luongo

morto pozzuoli cop
Il ritrovamento del cadavere. In alto a sinistra la foto di Davide D’Atri

POZZUOLI – Il corpo di un uomo senza vita è stato trovato questa mattina nei pressi di Porta Napoli a Pozzuoli, ai piedi delle scale di Raffaello Causa. Intorno alle 6.30 la scoperta del cadavere, che è stato poi coperto da un telo di plastica e, a causa del forte vento, tenuto fermo da un mattone. L’uomo è un ingegnere aeronautico, Davide D’Atri, 49 anni, nato a Napoli il 1966 e residente a Pozzuoli.

 

SI INDAGA SULLE CAUSE – Ora si indaga sulle cause della morte. Sul posto per i primi accertamenti i carabinieri della stazione e della Compagnia di Pozzuoli diretti dal Capitano Elio Norino. In quella zona fino a pochi mesi fa c’erano delle telecamere, poi rimosse, ora sarebbero state molto utili per le indagini. Il corpo dell’uomo è stato trovato al centro della carreggiata.

 

SCIOLTO IL GIALLO – Alle 14 è stato sciolto il giallo: si è trattato di un suicidio. L’uomo si sarebbe lanciato da un’altezza di circa 10 metri. L’ipotesi è stata confermata dai rilievi e dalle indagini svolte in mattinata dai carabinieri che hanno chiuso il cerchio intorno al caso. Poco distante dal luogo del ritrovamento, in via Marconi i militari hanno trovato l’auto del 39enne parcheggiata in un’area di sosta. A fare chiarezza ulteriore chiarezza sulle cause del decesso sarà l’autopsia disposta dal PM di turno. La salma è stata rimossa e portata nella caserma dei carabinieri per il riconoscimento. Successivamente la salma è stata trasferita presso il Secondo Policlinico di Napoli.