POZZUOLI – Trenta giorni di tempo per lasciare tre box realizzati abusivamente ed occupati senza alcun titolo. E’ il perentorio ordine del sindaco Vincenzo Figliolia rivolto agli occupanti di aree di proprietà del Comune a Licola. In particolare, si tratta di tre donne, individuate a seguito di controlli effettuati dai tecnici dell’Ufficio abusivismo edilizio assieme ai carabinieri della stazione di Licola nell’agosto scorso.

DOMANDE DI CONDONO RIGETTATE – Le occupazioni abusive ricadono su un’area di quasi 7mila metri quadrati,  espropriata nel 1986. I tre box erano stati anche oggetto di domanda di condono, tutte rigettate. Se entro il prossimo mese non verranno lasciati liberi gli immobili, si procederà in maniera coatta. Nel caso in cui non dovessero essere presenti gli occupanti, si entrerà lo stesso con l’ausilio delle forze dell’ordine. Tutto ciò che dovesse trovarsi all’interno passerà nelle mani di via Tito Livio, che installerà nuove serrature le cui chiavi, ovviamente, saranno utilizzabili solo dal personale dell’ente.

RICORSO AL TAR – Le spese per il prelievo di oggetti, trasporto e inventario saranno a carico degli occupanti. In caso di inottemperanza, gli occupanti saranno anche denunciati per inosservanza dei provvedimenti dell’autorità. L’unica arma per bloccare la procedura da parte  di chi ora rischia conseguenze penali, è un eventuale ricorso al Tribunale amministrativo regionale della Campania.