POZZUOLI – Auto danneggiate e svaligiate, rapine ai danni delle attività commerciali e denunce che coprono le scrivanie delle forze dell’ordine. È l’istantanea di un periodo difficile. Un periodo in cui l’allarme microcriminalità è alle stelle. L’area finita nel mirino dei malviventi comprende anche Pozzuoli. L’altro ieri sera, a Licola, è stato distrutto il finestrino di un furgone. Ignoti, approfittando del buio, hanno fatto razzia di tutto quanto hanno trovato sotto tiro nell’abitacolo del veicolo. Rubati gli attrezzi da lavoro e un borsello con documenti, carte di credito e chiavi. Un’amara sorpresa per il proprietario che ha denunciato l’accaduto e bloccato le carte.

L’ALLARME – Carabinieri e polizia, che da tempo stanno cercando di mettere un freno all’escalation di reati predatori, non riescono sempre a contrastare la microcriminalità. Gli episodi registrati sono così numerosi che non sempre vengono denunciati. La pressione sul territorio, però, si avverte. E i residenti chiedono aiuto alle istituzioni.