POZZUOLI – Le lancette dell’orologio segnavano le 19.30 in punto quando due rapinatori armati hanno fatto irruzione all’interno della tabaccheria “Marra” al civico 43 di via Sotto al Monte, a Pozzuoli. Pistole in pugno e con i volti coperti da passamontagna e cappucci hanno terrorizzato e minacciato 4 donne e una ragazzina che si trovavano all’interno dell’attività commerciale «Lievt ananz e famm piglià i sigarett» ha poi detto uno dei due rapinatori alla titolare, portando via 15 stecche di sigarette mentre il complice teneva immobilizzati clienti e dipendenti sotto la minaccia delle armi.

LA RAPINA – Attimi che sono diventati un’eternità per le vittime, che non hanno potuto fare altro che assistere inermi alla razzia da parte dei rapinatori che poi si sono dati alla fuga a bordo di uno scooter Honda Sh. Circa due minuti di terrore che sono stati ripresi dal sistema di sorveglianza di cui è dotata la tabaccheria. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione di Pozzuoli che hanno raccolto le testimonianze delle vittime e avviato indagini sull’accaduto.

LO SFOGO – Amaro lo sfogo di Alessandro Ferrara, figlio della titolare dell’attività commerciale «E’ la terza rapina che mia madre subisce quest’anno e non ne possiamo più. Di questo passo saremo costretti a chiudere. -racconta il giovane- Chiediamo maggiori controlli, più presenza delle forze dell’ordine in strada perchè questi criminali da tempo stanno facendo ciò che vogliono e noi commercianti siamo costretti a pagare tutto ciò sulla nostra pelle». La rapina alla tabaccheria Marra arriva ad una settimana esatta di distanza dal colpo ai danni del supermercato Conad di via Terracciano, sempre a Pozzuoli. Anche in quell’occasione ad agire furono due uomini armati a bordo di una moto.